[Super e Iper ammortamento 2018: nuove regole e benefici]

SUPER AMMORTAMENTO 2018
ammortamento maxi iper

L’Art. 1, cc. da 29 a 34, della Legge di Bilancio 2018 ha confermato il Super Ammortamento anche per il 2018, con alcune differenze rispetto alle regole che interessavano questo beneficio nel 2017.

In particolare, è prevista la maggiorazione del 30% del costo di acquisizione, con esclusivo riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria, per le spese effettuate dal 1.01.2018 al 31.12.2018, ovvero entro il 30.06.2019, a condizione che entro la data del 31.12.2018 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Il super ammortamento spetta a:

–  soggetti titolari di reddito d’impresa;

– professionisti, con reddito di lavoro autonomo anche svolto in forma associata, ivi compresi i contribuenti nel regime dei minimi.

Il super ammortamento è applicabile ai cespiti materiali (per cui sono esclusi gli acquisti di beni immateriali), ad uso durevole ed utilizzabili all’interno del processo produttivo (esclusi i cd. beni merce in quanto destinati alla vendita, quelli trasformati o assemblati per la vendita), nuovi (esclusi i beni usati).

Restano esclusi dall’agevolazione i veicoli a deducibilità limitata, i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti, nonché quelli esclusivamente strumentali all’attività d’impresa e di uso pubblico.

Inoltre restano esclusi gli investimenti in beni materiali strumentali per i quali sono previsti coefficienti di ammortamento inferiori al 6,5%, gli investimenti in fabbricati e costruzioni, e gli investimenti in beni di cui all’allegato n. 3 annesso alla L. 208/2015).

IPER AMMORTAMENTO 2018 super iper ammortamento

L’Art. 1, cc. da 30 a 36, della Legge di Bilancio 2018 ha invece confermato ha maggiorazione del 150% (Iper Ammortamento) per gli  investimenti in beni materiali strumentali nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica e digitale (compresi nell’elenco di cui all’allegato A annesso alla L. 232/2016), effettuati entro il 31.12.2018, ovvero entro il 31.12.2019, a condizione che entro la data del 31.12.2018 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

L’elenco dei beni immateriali strumentali cui si applica l’Iper Ammortamento è stato modificato rispetto alla precedente versione, includendo alcuni sistemi di gestione per l’e-commerce e specifici software e servizi digitali come:
– sistemi di gestione della supply chain finalizzata al drop shipping nell’e-commerce;
– software e servizi digitali per la fruizione immersiva, interattiva e partecipativa, ricostruzioni 3D, realtà aumentata;
– software, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-fabbrica, fabbrica-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field).

Per fruire dei benefìci le imprese sono tenute a produrre la documentazione di cui all’art. 1, c. 11 L. 232/2016 (ossia dichiarazione del legale rappresentante ovvero, per i beni di costo superiore a 500.000 euro, perizia tecnica giurata rilasciata da ingegnere o perito industriale, ente di certificazione accreditato attestante le caratteristiche del bene).

*****

Grazie per la lettura.
FLT