[BONUS ASSUNZIONI e DECRETO DIGNITA’]

BONUS PER NUOVE ASSUNZIONI UNDER 35

Con le novità introdotte dal DL 87/2018 convertito con modificazioni dalla L. 9 agosto 2018, n. 96 (in G.U. 11/08/2018, n. 186), viene anche salvaguardato e implementato lo sgravio dei contributi previdenziali nella misura del 50% per i successivi 36 mesi dalla data dell’assunzione con il contratto a tutele crescenti (d.lgs. n. 23/2015), per le assunzioni di personale under 35.

L’esonero contributivo, previsto dalla Legge di Bilancio 2018, consiste in una riduzione del 50% dei contributi previdenziali a carico dell’azienda, nel limite massimo di 3 mila euro annui per dipendente assunto tra gli anni 2019 e 2020, per le risorse che non abbiano compiuto il trentacinquesimo anno di età e non siano state occupate a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro.

AUMENTO INDENNITA' LICENZIAMENTI ILLEGITTIMI

Importanti cambiamenti anche per il contenzioso del lavoro.

Nel caso in cui venga riconosciuto un licenziamento illegittimo, l’art. 3 del DL, intitolato “Indennita’ di licenziamento ingiustificato e incremento contribuzione contratto a tempo determinato”, prevede l’aumento delle indennità da corrispondere al lavoratore da <ventiquattro mensilità» della precedente norma, a «non inferiori a sei e non superiori a trentasei mensilità>>.

CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO: LIMITI

A partire dal 31/10/2018 i contratti a tempo determinato potranno avere un termine di durata non superiore a 12 mesi; solo in presenza di particolari condizioni da definire con apposita causale, potrà essere prevista una durata superiore, comunque non eccedente i 24 mesi.

In caso di stipula di contratti con durata superiore a 12 mesi, essi verranno considerati automaticamente contratti a tempo indeterminato dal periodo successivo i primi 12 mesi.

Segnaliamo che le giustificazioni per l’allungamento della durata contrattuale devono riferirsi a esigenze oggettive e straordinarie, estranee all’ordinaria attività.

 

 

Grazie per la lettura.

FLT