Preventivo obbligatorio per i professionisti – Nuova legge per la concorrenza

In arrivo il video Preventivo Obbligatorio su Youtube Preventivo

Caro professionista, ma quanto mi costi?

La Legge 4 agosto 2017, n. 124 (“Legge annuale per il mercato e la concorrenza”), entrata in vigore il 29 agosto scorso, prevede l’introduzione del preventivo scritto obbligatorio per tutte le “professioni regolamentate“.

Quindi, un professionista come l’avvocato ad esempio, prima della firma dell’incarico dovrà rilasciare al cliente un adeguato preventivo che specifichi le varie voci di spesa e onorari a carico del cliente.

Infatti la nuova norma prevede che 

“in ogni caso la misura del compenso è previamente resa nota al cliente obbligatoriamente, in forma scritta o digitale, con un preventivo di massima, deve essere adeguata all’importanza dell’opera e va pattuita indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi”

Vantaggi e benefici

ProfessionistaLa nuova disposizione avrà sicuramente un impatto tutelante per il cliente, che conoscerà chiaramente la spesa che dovrà sostenere per la prestazione richiesta, e potrà quindi confrontare i preventivi di più professionisti.

Ma novità positive sono introdotte anche per i professionisti, dato che viene stabilito, dal periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2017, la totale deducibilità delle spese relative a prestazioni alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande sostenute dal lavoratore autonomo per l’esecuzione di un incarico e addebitate analiticamente al committente.

Altra importante previsione riguarda le spese relative all’esecuzione dell’incarico e sostenute direttamente dal committente, che non costituiscono compensi in natura per il professionista.

Inoltre, si prevede la totale deducibilità delle spese di formazione e accesso alla formazione permanente, comprese quelle di viaggio e soggiorno, entro il limite di 10mila euro l’anno, mentre per quelle per la certificazione delle competenze, orientamento, auto-imprenditorialità vale il limite di 5mila euro l’anno. Sono anche totalmente deducibili gli oneri sostenuti per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo, attraverso assicurazioni o altre forme di solidarietà.

 

Ricordando che il preventivo può essere anche digitale, non vi resta che assicurarvi che il professionista a cui vi rivolgete si preoccupi di fornirvene uno, chiaro e dettagliato, prima di procedere con la firma dell’incarico.Preventivo digitale

Buona lettura.

FLT