Sollecito pagamento e recupero crediti. Modelli e Fac-Simile.

Guarda il video tutorial su youtube 

 

Sollecito pagamento per fattura insoluta

Oggi più che mai, i ritardi nei pagamenti delle fatture creano disagi e difficoltà finanziarie per le aziende erogatrici di servizi o fornitrici di beni.

A seguito dell’emissione della fattura, e maturato il termine per il pagamento, occorre quindi attivarsi tempestivamente nel caso in cui il cliente non provveda spontaneamente al pagamento di quanto dovuto.

Insieme al pagamento della fattura si potranno richiedere anche interessi e oneri moratori, in diversa misura a seconda che il cliente sia un “privato” o un “operatore commerciale/professionista“.

 

 

Primo sollecito di pagamento

Accertato il ritardo del pagamento, nel caso non si riesca a definire la questione con un contatto diretto, consigliamo di procedere a formalizzare la richiesta di pagamento con una specifica lettera (Primo Sollecito).

Consigliamo di effettuare gli invii dei solleciti nelle forme legalmente riconosciute affinché formino prova dell’avvenuto invio, come Raccomandata A/R, PEC, Fax. E’ necessario applicare una marca da bollo da Euro 2,00 se la lettera riporta l’importo dovuto e questo è superiore a Euro 77,47.

Scarica il fac-simile del Primo Sollecito

Seppur il primo sollecito potrà assumere una forma di richiesta serena, anche al fine di verificare che il debitore abbia tutte le informazioni per effettuare il pagamento, si dovrà porre attenzione a che la lettera contenga almeno i seguenti dati:

  • dati identificativi del creditore;
  • importo, numero e data della fattura insoluta;
  • specifiche di precedenti attività di sollecito eventualmente effettuate.

 

 

Secondo Sollecito di pagamento

Nel caso il primo sollecito non sortisca effetto, consigliamo di effettuare un secondo tentativo con un contenuto più deciso, avendo ormai verificato che il debitore non intende provvedere al pagamento.

Scarica il fac-simile del Secondo Sollecito

 

 

Terzo Sollecito di pagamento

Di fronte alla resistenza conclamata del debitore, non rimarrà che inviare un ultimo sollecito di pagamento con “costituzione in mora” del debitore, indicando il ricorso ad un legale per la tutela dei propri interessi nel caso non venga ulteriormente disposto il pagamento.

Scarica il fac-simile del Terzo Sollecito

 

 

Interessi e Oneri Moratori

Come anticipato, gli oneri moratori differiscono in base alla tipologia di cliente, Privato/Consumatore finale oppure Professionista/Operatore commerciale.

Privato/Consumatore Finale

Il tasso di interesse applicabile sarà quello fissato dalla Banca Centrale Europea aggiornato semestralmente.

Potrà aggiungersi l’onere per il recupero crediti forfettariamente stabilito in € 40,00 ed eventuali altri oneri sostenuti.

 

Professionista/Operatore Commerciale

Nelle transazioni commerciali tra operatori commerciali interviene il D. Lgs. 231/2002 “Tutela contro i ritardi nei pagamenti delle transazioni commerciali“.

Tale disciplina, stabilisce in particolare:

  1. Decorso automatico degli interessi moratori dalla scadenza della fattura, senza necessità di atto specifico di messa in mora da parte del creditore;
  2. Interessi legali di mora (rif. B.C.E.) maggiorati di 8 punti percentuali;
  3. Diritto al rimborso delle spese per il recupero crediti, per la cifra forfettaria di € 40,00 oltre ulteriori costi sostenuti.

 

Di seguito proponiamo una tabella riassuntiva aggiornata dei tassi di interessi ex D. Lgs. 231/2002:

   Periodo dal                 Periodo al                    Tasso BCE                   Maggiorazione            Tasso Totale

01/07/2002 31/12/2002 3,35% 7,00% 10,35%
01/01/2003 30/06/2003 2,85% 7,00% 9,85%
01/07/2003 31/12/2003 2,10% 7,00% 9,10%
01/01/2004 30/06/2004 2,02% 7,00% 9,02%
01/07/2004 31/12/2004 2,01% 7,00% 9,01%
01/01/2005 30/06/2005 2,09% 7,00% 9,09%
01/07/2005 31/12/2005 2,05% 7,00% 9,05%
01/01/2006 30/06/2006 2,25% 7,00% 9,25%
01/07/2006 31/12/2006 2,83% 7,00% 9,83%
01/01/2007 30/06/2007 3,58% 7,00% 10,58%
01/07/2007 31/12/2007 4,07% 7,00% 11,07%
01/01/2008 30/06/2008 4,20% 7,00% 11,20%
01/07/2008 31/12/2008 4,10% 7,00% 11,10%
01/01/2009 30/06/2009 2,50% 7,00% 9,50%
01/07/2009 31/12/2009 1,00% 7,00% 8,00%
01/01/2010 30/06/2010 1,00% 7,00% 8,00%
01/07/2010 31/12/2010 1,00% 7,00% 8,00%
01/01/2011 30/06/2011 1,00% 7,00% 8,00%
01/07/2011 31/12/2011 1,25% 7,00% 8,25%
01/01/2012 30/06/2012 1,00% 7,00% 8,00%
01/07/2012 31/12/2012 1,00% 7,00% 8,00%
01/01/2013 30/06/2013 0,75% 8,00% 8,75%
01/07/2013 31/12/2013 0,50% 8,00% 8,50%
01/01/2014 30/06/2014 0,25% 8,00% 8,25%
01/07/2014 31/12/2014 0,15% 8,00% 8,15%
01/01/2015 30/06/2015 0,05% 8,00% 8,05%
01/07/2015 31/12/2015 0,05% 8,00% 8,05%
01/01/2016 30/06/2016 0,05% 8,00% 8,05%
01/07/2016 31/12/2016 0,00% 8,00% 8,00%

 

 

Grazie per la lettura.

FLT

Lascia un commento